Con il passare delle generazionI la pesca ha subito molteplici
cambiamenti adattandosi alle prede a nostra disposizione . Lo
spinning in particolar modo e forse la tecnica si è prestato in
maniere egregia a quest’evoluzione dando vita a nuove tecniche
e alla creazione di nuove atrezzature dedicate allo scopo ed alla
singola preda aprendo così le porte per i pescatori moderni.
Nuova tecnica innovativa il light rock fishing , tecnica
d’importazione chiaramente nipponica ha conquistato letteralmente
il panorama della pesca italiano ,stravolgendo i canoni più
comuni dello spinning solitamente volto alla cattura di grossi
predatori.


Tecnica volta alla cattura di tutti quei piccoli e medi pesci
che popolano il sottocosta che spesso e volentieri neppure
vengono considerati dei predatori. Le prede saranno le più
disparate bavose, donzelle, scorfani ,sciarrani e perchie inoltre
non sarà rara la cattura di qualche Sparide come saraghi ed orate
ecc. L’utilizzo attrezzature ultra leggere, fili e trecciati
sottili unite a piccole esche siliconiche e non, saranno ingrado
di regalarci numerose emozioni dandoci modo di esplorare un
mondo nuovo e sopratutto un modo nuovo di vedere la pesca,
soddisfando più l’occhio che il palato potendo ammirare pesci
inconsueti e le loro livree il tutto all’insegna del divertimento
e del c&r . Ottima tecnica per avvicinare i più giovani al mondo
della pesca .
Dove preaticare il light rock fishing:
Quì è giusto aprire una parentesi su tale argomento in modo tale
da poter prendere le dovute considerazioni sullo spot da
prediligere, uno dei punti di forza di questa tecnica e la
facilità di applicazione, praticamente la potremo praticare
ovunque e quasi sempre negli spot comuni ad ogni tecnica come
scogliere , banchine portuali e spiagge ;
Con mare calmo o leggermente mosso , di giorno o di notte.
Probabilmente per facilita di approccio ad essa e varietà di
prede che potremo avere a nostra disposizione gli ambienti
portuali saranno la scelta migliore . Le pareti portuali sono uno
degli ambienti più ricchi di vita rappresentanto un costante
rifornimento di cibo e nascondigli per ogni forma di vita che lo
abita . L’intera parete pullulerà di vita come piccoli
crostacei ,mitili ed alghe nonchè novellame di ogni tipo
metteranno in moto i complessi ingranaggi che compongono la catena
alimentare.


Da tenere inoltre presente che si verranno a creare anfratti e
nascondigli ingrado di fornire rifugi sicuri per le creature che
frequentano tale ambiente .Quindi dal fondo alla superfice si
presenterà come un ambiente estremamente valido che se sondato in​
e ricco di vita i vari strati d’acqua ci riserveranno diverse
catture di vario genere . Fondamentale sarà sondare con i nostri
artificiali tutta la colonna d’acqua compresa la parete infatti
vista la presenza di cozze , gamberetti sarà facile riuscire ad
entrare in contatto con sarghi ed orate che li verranno a
nutrirsi .
Il fondo sarà un altro punto estremante valido che ci permetterà
di eseguire svariate catture di scorfani, perchie e sciarrani e
grufolatori in genere .
Altro spot da tenere sempre in considerazione saranno le scogliere
, dove è possibile pescare agevolmente senza intralci e
complicazioni durante l’azzione di pesca . Qui le prede dovranno
essere ricercate tra le pozze d’acqua e le buche tra gli scogli
dove ghiozzi e scorfani saranno pronti ad approfittare di un
facile pasto .In condizioni di mare in scaduta avanzata e
possibile eseguire anche catture di grossi esemplari di occhiate
che saranno li al ridosso degli scogli in caccia di igarenprede .
Ultimo spot da prendere in esame è la spiaggia , ambiente diverso
da regione a regione in quanto a morfologia e profondità potrà
regalarci belle soddisfazioni in quanto potrà permetterci di
incontrare qualche spigola .


Fondamentalmente qualsiasi anfratto scogglio molo o spiaggia può
essere uno spot valido per una rilassante uscita a light rock
fishing anche quando il tempo a nostra disposizione sarà
limitato.
La leggerezza prima di tutto:
La parola base sarà leggerezza in modo tale da assicurari il
giusto divertimento in modo tale da riuscire gustarsi a pieno il
combattimento anche con le prede più piccole . La sensibilità di
attrezzature specifiche sarà ingrado di farci pecepire anche la
più piccola e delicate delle tocche e riuscire ad avere una pronta
reazione durante alla ferrata. Sul mercato sono presenti molte
canne prodotte dalle varie aziende con azioni , materiali e
costi ben diversificati in base alle specifiche. Generalmete le
canne da light rock fishing si dividono in due tipi canne con
vettino pieno (solid tip) o con vettino tubolare in carbonio
(tubolar tip). La prima , con cima in carbonio pieno è ottima
per avvertire anche le più timide tocche dei pesci con bocche
piccole dal carattere meno aggressivo e quindi con mangiate
timide e delicate. La seconda invece con la classica cima che
noi tutti conosciamo , è indicata per i pesci più aggressivi ,
che ingoiano l’esca con molta coracità come scorfani e spigole .
Il consiglio
dove è possibile per non farsi trovare impreparati e di munirsi
di entranbi i tipi da poter utilizzare in base alle
circostanze ed al tipo di preda che vorremo insidiare .
Per quando riguarda il discorso delle grammature opteremo per le
solid tip una grammatura abbastanza universale 0,5 -5gr visto
che la utilizzerremo con testine piombate di 2 3 gr .
Mentere per quanto riguarda le tubolar una 2 10 gr sarà piu che

sufficiente per quanto riguarda la lunghezza canne comprese tra7
e 8 piedi saranno perfette.
Il tutto abbinato ad un mulinello di taglia 1000 fino ai 2500
massimo per non appesantire il complesso pescante , il quale
sarà imbobinato con trecciato che va da 0,6 0,8 mm per
assicuraci un buon compromesso tra resistenza e diametro abbinato
ad un fluorocarbon che varierà da un minimo di uno 0,14 ad un
massimo di 0.20 mm .


Le esche:
Discorso molto vario che lascia spazio alla nostra fantasia avendo
a nostra disposizione disposizione un gran numero di creaturine,
vermi , piccoli minnow ,micro jig in modo tale da coprire ogni
circostanza.
Per dare un quadro generalele suddivideremo in queste categorie.
Piccoli shad: Ottima riproduzione di piccoli pesci foraggio.
I craw e crab : Piccole imitazione di gamberetti e granchi
Grub: ampiamente utilizzati in acqua dolce ma che hanno anche
loro applicazione in mare
Creaturine : Esserini di varie forme più o meno realistiche e
vermiciattoli in generale .
Micro Jig: piccoli pesciolini in piombo muniti di ancoretta.
Piccoli palettati: Piccole imitazione di pesce foraggio uguali ai
fratelli maggiori utilizzati nello spinning.
Montature:
La più classica montatura per il light rock fishing , è quella
con la testina piombata (jig head),sulla quale innescheremo le
nostre esche riuscendo così a pescare a stretto contatto con il
fondo , sicuramente non saràl’unica che possiamo utilizzare ,
infatti come le atrezzature anche le montature variono in base
allo spot in qui decidiamo di affrontare le nostra battuta di
pesca , e quindi potremmo sfruttare a nostro favore montature
utilizzate per la pesca al bass come il drop shot e split shot.
Il drop shot e una montatura proveniente dalla pesca dei bass per
ricercare le prede sospese dal fondo o per evitare la perdita di
troppe esche in posti particolarmente ricchi di ostacoli, consiste
nel legare un semplice amo all altezza desiderata sul nostro
finale ed il piombo specifico da drop shot che in caso di
incaglio sul fondo sganciandosi ci permetterà di recuperare esca
ed eventuale preda . Lo split shot invece è una montatura
estremamente semplice consiste nel legare un semplice amo di
dimnesioni adeguate alle cicostanze ed al esca e fissare un
piccolo piombo a spaccato sul finale alla distanza desiderata
ottimo in quanto a naturalezza e mobilità del esca .


Azione di pesca:​
Trattandosi di vero e proprio spinning , valgono tutte le regole
che compogono questa disciplina .Bisognerà lanciare e recuperare
la nostra esca fino a che non avverrà l’attacco , ovviamente
trattandosi di light rock fishing il recupero sarà a stretto
contatto con il fondale (da cui il termine rock) muovendo la
nostra esca tra alghe ,rocce e sabbia effettuando un recupero
molto lento a zig zag e con dei piccoli saltelli cercando di
donare un movimento invitante e attirare le nostre prede anche a
distanza , ricordandosi di non soffermarsi troppo in un singolo
punto, essendo ricco di insidie e l’incaglio è sempre presente.Per
non rinunciare a nessuna opportunità non dimetichiamoci di sondare
i vari strati d acqua in cerca di tutte quelle prede che vivono
negli strati intermedi e in superfice.
Considerazionii:
Il light rock fishing è una tecnica che ci permetterà di
divertirci e ed intrattenerci in quei momenti bui trascorrendo
qualche ora di divertimento rigorosamente all’insegna del C&R ,
dandoci la possibilità di poter ammirare piccoli ed aggressivi
predatori dai colori meravigliosi e avere la possibilità di
osservarne i comportamenti. Ottimizzando così anche i tempi vuoti
dando modo così di poter trascorrere qualche ora rilassante in
compagnia del nostro elemento preferito.

Post Views: 0