Salve a tutti amici pescatori, in questo periodo difficile di quarantena in tutta Italia che speriamo presto finirà nel migliore dei modi per tutti, i mesi continuano a passare e le belle giornate riscaldano l’acqua fredda che ci ha lasciato l’inverno.



Cominciano a vedersi i primi erbai, le carpe fanno i primi salti dopo il lungo letargo e i Bass iniziano a guardarsi intorno per entrare nel periodo del prefrega. 



Ed è infatti questo di cui vorrei parlarvi per essere subito al Top quando si potrà uscire di casa, ricordiamoci che sia il prefrega sia il postfrega sono a mio avviso i migliori momenti per allamare i nostri divertenti amici Bass perchè nel momento del prefrega il cibo serve a mettere su massa grassa ed avere energie per l’accoppiamento la fecondazione delle uova, schiuse le uova e nati i piccoli possono dedicarsi alla caccia vera e propria per affrontare la stagione estiva.



Una delle migliori esche che anno scorso ci ha portato tantissime catture sia a me che mio fratello Leonardo è stato il DOGO 110 sp e lo SNAKE 95 sp due jerkbait suspending che permettono lanci lunghi e precisi, ottimi anche per pescare da riva, che con il loro nuoto sinuoso riescono ad adescare anche i Bass più sospettosi. 



Con queste esche si possono usare metodi differenti di recupero, dalle classiche jerkate, con recuperi veloci, ma anche con recuperi e lunghi stop nelle situazioni di apatia infatti avremo mangiate appena ricominceremo il movimento dopo il lungo stop.

Queste ottime esche non a caso sono tutte con colorazioni molto simile al pesce foraggio, cosi da destare meno sospetto possibile sui pesci che vanno a dare la mangiata in tutta sicurezza.


Altra esca da avere sempre con se,soprattutto se si riesce a pescare a vista in acque limpide è sicuramente il LEFTAIL WORM esca micidiale che con la sua coda a scimitarra e un corpo idrodinamico e allungato riesce ad avere un potere attrattivo veramente fuori dal comune e cosa importate può essere innescata in tantissimi modi anche con il semplice spiombato che quando arriviamo nello spot e vediamo subito il pesce a mio avviso è il miglior modo di poterlo trarre in inganno non facendo il minimo rumore ed evitare subito il cappotto.



Detto questo vi do appuntamento al prossimo articolo, sperando di poter vedere le vostre catture con questi piccoli consigli perchè come dico sempre nella pesca c’è sempre da imparare per tutti, un abbraccio dai vostri cari fratelli Diarena.

Alessandro e Leonardo Diarena

Post Views: 0