Ciao, finalmente dopo questo lungo periodo di stop da tutto si riparte quasi alla normalità e così ripartiamo anche con la nostra rubrica dedicata alla pesca allo storione! Questo articolo è uno speciale dedicato a due dei laghi più importanti nel panorama della pesca allo storione….Gioa Lake e Jurassik Lake! Grazie al proprietario/gestore ed amico Vincenzo Zito che mi ha concesso un breve intervista in modo da farvi conoscere queste due splendide realtà. Ciao Vincenzo, raccontami come e quando hai preso questi due laghi?

Ciao Claudio, il Gioia Lake lo gestisco io da 2011, anche se prima era del mio migliore amico e creatore del lago Armando Piola, perciò direi che da circa 20 anni seguo questo lago. Il Jurassic Lake invece è dal 2015. Il Gioia era inizialmente un lago dedicato alla pesca alla trota, carpa, pesce gatto e qualche storione, poi da quando sono subentrato definitivamente e visto che pratico da sempre pesca no kill, mi sono buttato in questa avventura immettendo moltissimi storioni, carpe e lucci.

Il Jurassik nasce dalle esigenze dei pescatori, ovvero ascoltando i frequentatori del lago che volevano un posto dove poter prendere pesci enormi in tranquillità ho creato questo lago e dalle taglie delle prede prende il nome. Che differenze ci sono principalmente tra i due laghi e come tipologie di pesca e prede? Il Gioia è un lago frequentato da tutti i tipi di pescatori, famiglie, nonni. Ha una circonferenza di circa 1,2 km, è diviso in 3 zone: acqua bassa 1-2 mt dedicato a lucci ed in estate a pesci gatto, profondità media di 34 mt particolarmente indicato per la pesca alla carpa ed il resto del lago che varia tra i 6 ed i 10 mt si presta per la pesca allo storione. Il Gioia oltre alla sorgenti naturali è fornito di due ingressi e di acqua e tre uscite in modo da mantenere l’acqua del lago mai troppo bassa o troppo alta. È fornito di 4 o 5 roulotte e servizio bar completo di tutto. All’interno del Gioia Lake non so neanche io quanti pesci ci sono, ma abbiamo chippato solo gli storioni bianchi dai 30 kg in su e gli huso huso dai 60 kg in su. Di storioni chippati ad oggi siamo ad oltre 500 oltre 15 over 100 kg.

Sono presenti bianchi, huso huso, golden, pinocchi, ibridi, sterlet e cobice. Il Jurassik ha una circonferenza di 1,5 km ed una profondità di 6-7 mt ha solo un ingresso di acqua ma niente uscite, offre la possibilità di poterci soggiornare con camper o auto direttamente dietro la postazione di pesca, ci sono circa 15 roulotte e si ha la possibilità di affittare e pescare direttamente dalla barca compreso il noleggio dell’attrezzatura da pesca a 50 euro al giorno o 25 euro mezza giornata. Dalla riva 15 euro o 9 euro mezza giornata ovviamente no kill. Come già detto in precedenza il lago deve il suo
nome alle taglie dei pesci presenti all’interno.

Ad oggi sono circa 1000 gli storioni presenti tra bianchi, huso huso e ci sono anche i siluri. La realizzazione di questo lago è sempre stato un mio sogno dettatomi comunque dai pescatori. Vincenzo so che collabori con Emilio Todeschini, puoi raccontarmi qualcosa in merito? Sì, collaboro con Emilio Todeschini da parecchi anni, la prima volta che ci siamo incontrati è nata da subito un’amicizia dettata anche dalla fiducia reciproca. Persona molto corretta ed affidabile qualità fondamentali per una collaborazione, oltre ad avere una gamma di canne ed attrezzatura dalla qualità indiscussa.

Ci sono dei gruppi nati nei tuoi laghi? Per quanto riguarda il Gioia Lake il primo gruppo nato è quello della sponda marsupiale di cui fa parte anche mio figlio, poi si sono creati i Diavoli della Tasmania, il team Grizzly, i Matti a pesca ed I Falchi. Al Jurassik il primo in assoluto sono I Flintstones, poi si sono formati il Drink team, i Pescatori da incubo, i Cavernicoli, il Team Jurassik Lake Todeschini ed altri ancora.

Il regolamento dei laghi e le esche consentite?Il regolamento è lo stesso in entrambi i laghi, nylon minimo 0,60, treccia minima 0,40, amo senza ardiglione. Attenzione alla salute del pesce. Al Gioia sono consentite tutte le esche naturali compreso il pellet boiles, pop up, sottiletta, formaggi. È vietato l’uso di bigattini e pasterello per via del collante. Al Jurassik stesse esche ma oltre ad essere vietati bigattini e pasterello è vietato anche l’uso del formaggio.

Ringrazio l’amico Vincenzo Zito per essere stato così disponibile ed esaustivo e per il costante impegno che mette in questa passione che condividiamo; persona squisita e gestore molto attento alla salute del pesce ed alle esigenze dei pescatori. Termina qui lo speciale dedicato al Gioia Lake ed al Jurassik Lake, due realtà incredibili per la pesca allo storione con l’invito, a chi ancora non ci sia stato a provare l’emozione di una sessione di pesca in questi due laghi principe per questa pesca unici nel suo genere, ad andarci ed a provare di persona e vedrete che non potrete farne più a meno!

Per qualsiasi informazione potete contattarmi al mio profilo Instagram claudiopasserini_83, al mio profilo Facebook https://www.facebook.com/passe83 oppure potete scrivere alla redazione di Pesca’more che vi metterà in contatto con me. Vi aspetto con il prossimo articolo dedicato ad i nylon da mettere in bobina. Ciao.

Post Views: 0